COME SCEGLIERE LO SFONDO DEL TUO MONITOR SENZA PERDERTI IN UN FIUME DI IMMAGINI INUTILI E FASTIDIOSE ALLA VISTA

Quando entro negli uffici noto spesso sfondi desktop che racchiudono immagini scenografiche di spettacolari tramonti sul mare, o sfondi assolutamente impersonali e monocromatici.
La scelta dello sfondo del desktop tuttavia è totalmente personale, ma esistono delle tonalità e delle inquadrature particolari che influenzano la psiche, l’umore ed il comportamento.

Il mio consiglio è di evitate di complicarvi la vita con sfondi troppo caotici e formati da linee complesse: diventerebbe un’impresa riuscire a pescare i vari file e cartelle in una corrente troppo agitata.

Un altro modo per evitare di sforzare la vista è quello di utilizzare sfondi con tonalità pacate: gli esperti consigliano il colore grigio (non a caso questa rubrica “lavoro” ha un’etichetta grigio-scuro). Non sarà proprio un tripudio di cromie, ma, almeno, a fine giornata gli occhi non lacrimeranno senza sosta.

In alternativa cercate sfondi color pastello, raffiguranti paesaggi dall’orizzonte esteso, che mantengano contrasti minimi. Evitate controluce mozzafiato e colori troppi accesi, specialmente il rosso, l’arancione e il giallo, che rappresentano colori di “allerta”, no al verde acido.